Lontano dalle mete più note e turistiche, il quartiere medievale si snoda sul lato ovest della rupe di Orvieto.

Il fulcro è rappresentato da via della Cava, probabilmente tratto del decumano, che insieme alle vie laterali, intersecate da stretti vicoli, presentano molti edifici due-trecenteschi; anche qui troviamo i sotterranei che nascondono il Pozzo della Cava e decine di grotte e cunicoli, mentre in superficie troviamo, la chiesa di San Giovenale è una degli edifici religiosi più antichi della città (VII/VIII secolo), la ex chiesa di S. Agostino, dove vi è esposto il complesso scultoreo delle dodici monumentali statue degli Apostoli e Santi protettori, Piazza san Giovanni, con l’omonima chiesa e convento, con chiostro del Cinquecento e per finire Porta Romana, innalzata per volontà di papa Pio VII nel 1822.